LA PARTITA VISTA DALL'ANGOLONEWSPRIMO PIANO

Matera – Rotonda 0-1: il tabellino, gli highlights, le pagelle e le interviste ai tifosi

Di Luigi Mazzoccoli

Il tabellino

FC MATERA – ROTONDA 0-1

Reti: 20° s.t. Cajazzo

FC MATERA: Tartaro, Sepe (27° s.t. Mokulu), Cipoletta, Sirimarco, Lucas (27° s.t. Gningue), Maltese, Di Palma (18° s.t. Porro), Tumminelli, Russo (18° s.t. Agnello), Infantino, Ferrara.

A disposizione di mister Panarelli: Paparella, Parisi, Agnello, Mokulu, Cirio, Porro, Macanthony, Gningue, Delvino.

ROTONDA: Sakho, Alari, Fusco, Brunet, Marchetti, Callegari, Cajazzo (41° s.t. Dridi), Timmoneri (36° s.t. Attye), Fernandez (31° s.t. Ankovic), Barile (38° s.t. Bamba), Bran (38° s.t. Cardore).

A disposizione di mister Pagana: Njie, Cardore, Sollini, Dridi, Attye, Seck, Ankovic, Marino, Bamba.

Arbitro: Kristian Ubaldi di Fermo coadiuvato da Savino Scotti di Bologna e Massimiliano Miccoli di Bari.

Note: Spettatori 1000 circa. Ammoniti: Maltese, Infantino e Panarelli per il Matera. Espulso al 48° s.t. dalla panchina Delvino per proteste. Angoli 3 a 2 per il Matera. Recupero 7 minuti il secondo tempo.

Prepartita con intervista al tifoso Gabriele Porcari

Gli highlights

Le pagelle del Matera

Tartaro 7,5: se il Matera capitola solo a metà del secondo tempo è tutto merito suo: una provvidenziale uscita bassa su Timmonieri e un gran colpo di reni su pallonetto di Barile nel primo tempo; e il capolavoro del rigore parato con la mano di richiamo all’inizio del secondo. Questo ragazzo ha un grande futuro davanti. Pessimo invece il presente del Matera: se ogni domenica il migliore in campo è il portiere un motivo ci sarà.

Tumminelli 6: non male la sua prova, è l’unico che affonda sulla fascia e prova anche il tiro appena può.

Sirimarco 5,5: Barile è un brutto cliente e lui fa quel che può. Provvidenziale un suo intervento in scivolata nel secondo tempo che salva la sua porta da un tiro a botta sicura.

Cipolletta 5: che fine ha fatto il gigante della difesa materana? La retroguardia biancoazzurra balla ogni volta che viene attaccata e lui sembra in confusione, come denotano alcuni clamorosi svarioni in fase di rinvio.

Sepe 5: anche lui partecipa al disastro difensivo di oggi. Poi si fa male ed esce.
(Mokulu sv)

Lucas 5,5: esce di nuovo dal cilindro di Panarelli che lo schiera titolare, ancora una volta sulla fascia sinistra. Il ragazzo fa quel che può, considerando che ha 18 anni, gioca in un ruolo non suo e i suoi compagni più esperti non fanno nulla per aiutarlo.
(Gningue sv)

Di Palma 5,5: stavolta viene travolto anche lui dal caos totale in cui versa la squadra. Comunque ci prova ma non c’è niente da fare.
(Porro 5,5: tutto sommato non demerita, entra bello pimpante per sostituire il malconcio De Palma, ma serve ben altro)

Maltese 5,5: in questa partita ha toccato tante palle provando a dare luce e aria all’inesistente manovra della squadra. Ma predica nel deserto del gioco biancoazzurro.

Russo 6: è l’unico che non molla mai e prova sempre a rendersi pericoloso. Sfiora addirittura un gran gol di testa, lui che è un piccoletto. Viene sostituito inspiegabilmente e giustamente si arrabbia
(Agnello 5: ancora una volta mostra tutti i suoi limiti)

Infantino 5: giornata storta, non ne azzecca una. Sbaglia malamente le poche occasioni che gli capitano e qualche volta arretra troppo e va ad intralciare il lavoro dei suoi compagni a centrocampo.

Ferrara 5: continua ad essere la brutta copia di quel calciatore che l’anno scorso faceva la differenza. Nel secondo tempo fa vedere sprazzi del suo potenziale, quindi è lecito chiedersi quale sia il suo problema.

Postpartita con intervista al tifoso Cosimo Dell’Acqua